Newsroom

Pramerica incontra e ascolta le Piccole e Medie Imprese

Matching 2013: Pramerica incontra gli imprenditori presenti per approfondire il tema della continuità aziendale, della previdenza per l’imprenditore e per capire la loro visione del futuro.

Scarsa percezione dei rischi legati al tema della continuità aziendale, sottovalutazione del tema previdenziale e ottimismo per il futuro del business: queste le principali evidenze emerse durante gli incontri che i Life Planner di Pramerica hanno avuto con circa 300 piccole e medie imprese partecipanti al Matching 2013 che ha avuto luogo a Milano dal 25 al 27 Novembre.

Con lo slogan “Dedicateci il tempo di un buon caffè” i professionisti della Compagnia hanno colto l’occasione per conoscere ed ascoltare alcuni dei partecipanti all’evento ed approfondire tematiche troppo spesso sottovalutate dagli imprenditori italiani ma che al contempo, altrettanto frequentemente, si rivelano di vitale importanza per il futuro dell’impresa e delle persone chiave che ne decretano il successo.  

Ad animare gli appuntamenti realizzati durante l’evento, una chiacchierata che si prefiggeva l’obiettivo di trattare temi che spaziavano dall’approccio alla previdenza obbligatoria e integrativa, alla tutela della continuità del business legata ad esempio, all’improvvisa scomparsa dell’imprenditore o di un personaggio chiave, sino ad un indagine sulle aspettative future per la propria impresa.

Oltre agli incontri one-to-one che hanno visto impegnati i consulenti Pramerica durante i tre giorni che hanno caratterizzato il Matching, sono stati organizzati due workshop dal titolo:

Preservare la continuità aziendale è “un’impresa eccezionale”.
Hai già pensato a tutto?
e
“Pensione” non bisogna farsi cogliere impreparati, ma pianificare.
Scopri come!

Questi due momenti di condivisione, confronto e formazione sono stati pensati e pianificati per offrire un approfondimento e un concreto supporto agli imprenditori e ai manager presenti durante l’evento. Per far questo si è scelta una comunicazione che potesse risultare chiara ed immediata, prevedendo, ad esempio, la testimonianza di un imprenditore che – da pari a pari – potesse raccontare alla platea la sua reale esperienza, le principali problematiche affrontate e le adeguate soluzioni individuate, in relazione all’argomento in oggetto.  

Alla base degli incontri one-to-one pianificati e dei due workshop realizzati, la profonda convinzione che, solo attraverso un’attenta riflessione e la consulenza di professionisti esperti, si possono supportare gli imprenditori e, di conseguenza, le imprese, nel processo di comprensione e pianificazione delle azioni idonee a fronteggiare, per tempo, le conseguenze derivanti da fenomeni troppo spesso sottovalutati quali ad esempio, il passaggio generazionale. Quest’ultimo pur essendo uno step critico che in Italia riguarda circa il 93% delle PMI – in quanto a conduzione familiare – viene pianificato adeguatamente solamente da una minoranza di queste realtà aziendali, portando al concretizzarsi di un dato allarmante che vede, attualmente, solo un’impresa su quattro* sopravvivere al ricambio generazionale.

Fonte: “Outlet Italia. Cronaca di un Paese in (s)vendita”, pubblicato da Eurispes e Uil-Pa.