Newsroom

Il consumatore italiano… un “family consumer” del terzo millennio

Secondo la società di ricerca Nielsen sono variate rispetto al 2010 le caratteristiche del consumatore italiano che oggi viene definito “family consumer”.

Si dimostra più attento e legato ai valori familiari – che cerca di difendere – provando nel contempo a digitalizzare i gesti più comuni della sua quotidianità ed inoltre, è diventato più risparmiatore (82% delle persone intervistate rispetto al 72% del 2010) e più propenso alla pianificazione delle spese (70% verso il 57% del 2010). Viene così delineato un italiano che in tempi di crisi preferisce trascorrere del tempo in famiglia e a casa e che incrementa il tempo speso in attività, tipicamente familiari, come ad esempio, il prendersi cura della casa, al quale dedica 87 minuti contro i 71 del 2010, al benessere dei figli, 85 minuti verso i 69 del 2010 e al cucinare, 69 minuti a fronte dei 55 sempre del 2010.

L’evoluzione dei comportamenti e dello stile di vita del consumatore

Fonte: Nielsen Consumer Panel 2013 vs 2010

Il cambio degli interessi del consumatore italiano e alcune sue scelte possono essere motivabili dall’attuale, non semplice, contesto socio economico che ha richiesto un ripensamento delle priorità. Un esempio, l’incremento delle scelte che puntano al risparmio, come la riduzione dell’uso dell’auto e delle spese telefoniche, la propensione a prediligere marchi alimentari più economici e il posticipare decisioni legate alla sostituzione di articoli per la casa.

Il nostro family consumer si rivela anche un tipo “smart” in quanto, non prevede tagli legati all’uso della tecnologia nella propria quotidianità e fa proprio il concetto di “sharing economy”. Non a caso, il 71% degli italiani intervistati è propenso alla condivisione dell’auto (grazie ai servizi già presenti nelle principali città), dei propri device elettronici mediante prestiti (37%), di abiti utili per eventi speciali (33%), del proprio know-how (43%) ed infine, è disponibile a frequentare corsi online di formazione professionale e aggiornamento. 


 

Fonti: http://www.nielseninsights.it/consumer/2014/06/nel-terzo-millennio-nasce-il-family-consumer/